300 Winchester Magnum

Il calibro 300 Winchester Magnum viene introdotto nel 1963 dalla già citata Winchester Repeating Arms Company.

Questo calibro viene citato anche con la sigla 300 WM e 300 Win Mag.

Essendo una munizione magnum, possiede il bossolo a collo di bottiglia con la caratteristica di avere un fondello Belted (on anello o cinturato con risvolto).

Il 300 WM ospita un’ogiva del diametro di 7.62 mm, la stessa del 308 Win e 30-06 Springfield.

La lunghezza del bossolo è maggiore rispetto a quella del 30-06 Springfield, difatti misura 67 mm.

La creazione di questo nuovo calibro è stata eseguita grazie a delle modifiche di accorciatura e gonfiamento del 458 Winchester Magnum già presente sul mercato.

Tale modifica è stata applicata per ospitare una palla con un diametro più piccolo 30″ (7.62 mm).

Attualmente questo nuovo calibro è molto utilizzato dai cacciatori, tiratori sportivi e militari anche se, in termini di prestazioni terminali (J), non riesce a superare il recente 300 Remington Ultra Magnum, il 300 Weatherby Magnum e il 30-378 Weatherby Magnum.

Prima della nascita del 300 Winchester Magnum altre munizioni sprigionavano energia a livelli magnum come: il 300 H&H Magnum, il 30 Newton, il 270 Weatherby Magnum, il 300 Weatherby Magnum, il 264 Winchester Magnum, il 338 Winchester Magnum, il 458 Winchester Magnum, il 308 Norma Magnum e il 30-338 Winchester.


Diversi utilizzi del calibro

Questo calibro è molto utilizzato dai cacciatori americani e non solo, per l’attività venatoria.

Il 300 WM è in grado di abbattere qualsiasi animale Nord Americano, comprese le imponenti alci, gli orsi Grizzly, gli orsi neri, ecc.. fino ad una grande fascia di animali africani partendo dal piccolo Madoqua kirkii al grande eland gigante.

Questa munizione è utilizzata in quasi tutto il mondo per il suo tiro teso, la sua notevole energia terminale, alla facile reperibilità di munizioni ad un prezzo ragionevole sul mercato e inoltre non rileva una grande sensibilità alla deflessione causata dal vento.

L’unica “pecca” è il suo rinculo, piuttosto elevato e maggiore rispetto al calibro 30-06 Springfield.

Dotando, però, l’arma con il freno di bocca si riduce notevolmente il contraccolpo.

Oltre alla caccia, viene utilizzato per il tiro a lunga distanza e in alcuni reparti delle forze armate statunitensi (cecchini).

Un’arma incamerata con questo calibro e con una lunghezza di canna adeguata, è in grado di avere un tiro utile fino a 1100 m, utilizzando munizioni specifiche per tale scopo.

Il 300 Winchester Magnum è nato con un’ogiva di 180 grani.

Per la sua ricarica, attualmente sul mercato, si possono trovare palle di diverso peso come ad esempio 110, 123, 125, 150, 155, 165, 170, 175, 180, 185, 190, 200, 210, 220, 240.

Il passo di rigatura ideale è di un giro in 10” con canne di lunghezza di 610 mm.

Le tipologie di palle  sono innumerevoli, dato che sono identiche a quelle del 308 Winchester e del 30-06 Springfield.

Le polveri da sparo più utilizzate per la ricarica di questo calibro sono Vihtavuori, Imr, Hodgon.

Ovviamente la scelta di queste polveri ricade in base alla sua finalità d’utilizzo (caccia, tiro sportivo..) seguendo sempre e con accurata attenzione le indicazioni riportate sui manuali di ricarica.


Descrizione tecnica

  • Diametro del proiettile: 7,82 mm
  • Diametro del colletto: 8,63 mm
  • Diametro della spalla alla base: 12,42 mm
  • Angolo di spalla: 25°
  • Diametro della base del corpo: 13,03 mm
  • Diametro del fondello: 13,51 mm
  • Spessore del fondello: 1,27 mm
  • Lunghezza del bossolo: 66,55 mm
  • Lunghezza della munizione: 84,84 mm
Misure millimetriche della munizione in calibro 300 Winchester Magnum.
Immagine di commons.wikimedia.org

Dati balistici

Nella tabella sovrastante sono riportati i principali dati balistici della munizione Geco, in calibro 300 Winchester Magnum.

Tali test sono stati eseguiti in un ambiente controllato e con un’arma con una lunghezza di canna di 650 mm.

Inoltre voglio ricordare che la velocità è espressa in m/s, l’energia in J e la traiettoria in cm.

La palla è una Teilmantel da 170 grani, utilizzata principalmente per la caccia alla piccola e media selvaggina.

L’ogiva presa in considerazione riesce a rilasciare un’energia superiore ai 3000 J anche a 200 metri.

La palla ha un valore BC (coefficiente balistico) di 0.305.

Scatola di munizioni Geco in calibro 300 Winchester Magnum con palla Teilmantel da 170 grani.
Immagine di dimararmi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.